Da Castiglione sul Lago (PG) ci scrive il Ns iscritto, restauratore ufficiale e grandissimo appassionato del marchio DEMM Sig. Danilo Della Giovampaola che ha restaurato (in modo impeccabile), tra i vari modelli, anche questo gioiellino di Ping Pong. A lui vanno i Ns pù sentiti ringraziamenti x tutta la passione che ci mette.

 

Ecco un'altro ciclomotore sempre di Danilo splendidamente conservato....

   

Nelle foto sottostanti volevamo presentare alla Vostra attenzione un libro che parla della sua storia, io l'ho appena letto e vi assicuro che è molto interessante...

  

Danilo riesce sempre a soprenderci.... Suo figlio Daniele ci invia questo "collage" in cui si vede il suo papà in sella allo SPORT SPECIAL 50 del 1964 comprato per andare al lavoro e da allora sempre stato in suo possesso. In questa foto lo possiamo vedere nelle varie fasi: allora, prima del restauro ed infine adesso... Al prossimo gioiello ragazzi, continuate così!!!!!

Ancora il grande Danilo, coadiuvato da suo figlio Daniele, ha restaurato alla perfezione questi due bellissimi esemplari....

     

E ora è alle prese con questo splendido "demmino trasporto". Aspettiamo le foto del lavoro finito...

Eccolo in avanzato stato di restauro...

   

Ed eccolo finalmente finito e funzionante in tutto il suo splendore. Complimentoni!!!!...

   

__________________________

Ecco le foto di un nostro carissimo amico, Luca Bombardi di Ravenna, possessore di questo splendido esemplare di Bimatic del 1969 perfettamente conservato. Complimenti!! (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

  

__________________________

Ci ha scritto un grande appassionato, Ton Van De Rijt da Tilburg (Olanda) e ci ha inviato alcune foto che lo ritraggono in sella alla sua 125 2t in rievocazioni storiche. Eccolo all'opera e complimenti anche a lui per la sua bella moto (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

   

__________________________

Sempre dalla terra di Romagna e più precisamente da Voltana di Lugo (RA) ci scrive Matteo Fabbri che ci manda anche due foto del suo Demm America prima e dopo il restauro. Anche a lui vanno i Ns complimenti per il lavoro svolto. (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

  

__________________________

Abbiamo un simpatizzante proprietario di una rara DEMM 175 cc 4t del 1958 che ci invia le foto direttamente da Kulmbach (Germania). Complimenti a Günther Neuberger per la conservazione di questo esemplare. (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

 

__________________________

Un altro ritrovamento di una rara DEMM 175 cc 4t è stato fatto dal nostro simpatizzante, Michele Palma a cui vanno i complimenti in quanto, a questo esemplare, è stato fatto solo un leggero restauro conservativo mantenendo così l'estrema originalità del mezzo. Chapeau!! (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

 

__________________________

Da Macerata ci scrive un altro nostro grande simpatizzante, Giuseppe Matteucci (lontano parente di Luigi, uno dei fondatori della DEMM) che ci invia le foto del suo splendido Velodick "KS" 2t in condizioni esemplari. Complimenti!!!! (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

   

__________________________

Da Bolzano invece ci invia le foto del suo splendido Demm HF cross l'amico Marco Vegni. Complimenti anche a lui per l'ottimo restauro...  (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

       

Ed ecco un esemplare quasi gemello sempre di Marco Vegni questa volta con una demmista DOCG, sua nipote Jasmine (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

   

__________________________

Da Roma ci scrive l'amico Antonio Castelli il quale ricorda con nostalgia la sua prima moto con motore DEMM acquistato nel lontano 1956 (clicca sull'anteprima per ingrandire l'immagine)

Vorrei riportare le email di Antonio (dopo il suo consenso) dalle quali si denota l'amore che ha per la Demm:

Caro Sandro, grazie per aver pubblicato la foto del mio vecchio caro Demmino. Come potrai ben capire la conservavo gelosamente, ma vederla pubblicata fra quelle di parecchi begli esemplari di moto con motori DEMM mi ha quai commosso. Vorrei che tanti ragazzi di oggi, abituati ad avere quasi tutto di ciò che desiderano, si rendessero conto di cosa abbia significato per me, cresciuto in una remota provincia del profondo sud in cui un veicolo a motore era ancora (relativamente) una rarità, poter disporre di un mezzo così bello, agile ed economico (al punto che perfino io potevo permettermelo), che mi regalò, finchè lo ebbi, momenti indimenticabili di spensierata e gioiosa libertà... Basta, mi fermo qui perchè mi accorgo che la nostalgia (e l'età) rischiano di rendermi ridicolo. Sono lieto, comunque, di vedere che ci sono ancora persone come te e i tuoi amici e collaboratori che credono in certe cose e che si adoperano anche per trasmetterle ai più giovani. La tua citazione di "pane e meccanica" mi fa ricordare quel che mi disse una volta uno dei miei professori di Università (anche lui grande appassionato) vedendomi trafficare nelle budella di un vecchio motore d'aeroplano: "Tu sarai un bravo ingegnere, ma un ingegnere SPORCO!". Ed è sempre stato un mio vanto quello di essere sempre pronto a sporcarmi le mani, perchè è proprio in mezzo al grasso e all'olio di macchina in cui girano bielle e ingranaggi che sta la poesia e il fascino della meccanica. Ricordo anche il piacere con cui spiegai a mio padre, quando comprai il Demmino, cosa significasse il termine "ingranaggi sbarbati" con cui il cartello esposto accanto alla moto vantava l'accuratezza di lavorazione tipica dei motori Demm. Ma mi accorgo che sto divagando...
Purtroppo non sono più quel ragazzo che da solo, con un Guzzi Superalce residuato di guerra, si fece nel 1965 più di 7.000 km in giro per l'Europa, su fino alla Svezia. Tuttavia spero di avere la possibilità, in futuro, di farvi una visita a Porretta e di assaporare ancora una volta la vista e il contatto con le vostre belle moto. Se ci riesco te lo farò sapere in anticipo. Intanto vi seguirò su Internet.  Grazie per il lavoro che fate, a cui attribuisco anche un valore altamente educativo per le giovani generazioni. Auguri Antonio Castelli
_________________________

In questa foto è presente Ninetto Pivari e dovrebbe risalire al '55/'56 con veduta di Suviana in sella al Demm 125 2 tempi foto scattata ipoteticamente dalla strada che porta a Treppio.  (clicca sull'anteprima per ingrandire l'immagine)

_________________________

In questa invece è presente Amedeo Pivari risalente al 1975 in sella al Velodick del nonno Telesforo Calistri davanti al forno di Silla di Gaggio Montano  (clicca sull'anteprima per ingrandire l'immagine)

________________________

Da Parma ci scrive il nostro tesserato ed amico Carlo che è alle prese con il restauro di questo raro DEMM, aspettiamo ora quelle del lavoro finito... (clicca sulle anteprime per ingrandire le immagini)

     

   

________________________

 

Volete inserire le foto delle vostre moto? Saremo ben lieti di pubblicarle. Mandate una e-mail a xduca748@gmail.com o cliccando sull'immagine sottostante.

 

HOME PAGE